spedizioni gratuitespedizioni gratuite in tutta Italia per ordini superiori a 150 euro


Selezioniamo per voi pecorino sardo, bottarga, salsiccia sarda, pane carasau, vermentino, cannonau e altro ancora...

Miele sardo biologico SAPA DI MIELE

Api. Med. - San Sperate (CA)

€ 5,50

BSAP250

La Sapa di miele Apistica Mediterranea mantiene con intransigenza i legami con il passato, usando la stessa ricetta tramandata da generazioni dalla famiglia Caboni. In principio la sapa rappresentava un alimento energetico per le fatiche della campagna, condiva dando struttura e sapore agli alimenti tipici della cucina rustica, zuppe di ceci e castagne, fagioli lessati e verdure cotte

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

Peso250 gr.
ProvenienzaSan Sperate (Cagliari)
Origine di produzioneSardegna
ClassificazioneBiologico
Aspetto-
Gusto e aromaLa cera di favo raccolta viene lavata con dell’acqua fresca che concentrata a fuoco lento e aromatizzata con delle arance o melocotogno origina la sapa di miele.
Abbinamento gastronomicoSquisita sui i formaggi freschi, sulla polenta grigliata, o per accompagnare dolci e gelati. Una delle più classiche e tradizionali ricette è di presentarla con della ricotta fresca, come dessert di fine pasto.

Dettagli

La storia dell’Apistica Mediterranea nasce nel 1995, in quel momento esistevano solo piccole società di operatori in balìa di commercianti che compravano il miele sardo per rivenderlo come millefiori senza valorizzarne la qualità. Al contrario, molti mieli prodotti in certe zone o da certe piante presentano delle caratteristiche uniche. Negli anni seguenti  si creò una schedatura dei mieli monoflora della Sardegna,  quei mieli ottenuti per la maggior parte dal nettare di una singola specie floreale; La peculiarità di un monoflora è di mantenere gli aspetti  di colore, aroma e gusto della fioritura dominante anche in annate differenti, così ad esempio il miele di Arancio sarà considerato un monoflora solamente se oltre a  presentare alcuni aspetti “fisici”, come il quantitativo di polline di agrume o il  colore giallo paglierino, presenterà anche le caratteristiche aromatiche tipiche di quel miele.

Questo aspetto rappresentò una vera e propria rivoluzione culturale e nel 1998 la Cooperativa apistica mediterranea cominciò a confezionare e vendere i primi mieli monoflora, con l’ausilio e la competenza della Dr.ssa Lucia Piana e dell’esperto di analisi sensoriale di casa Francesco Caboni e il Cliente non chiedeva più “il miele”, ma voleva il miele di arancio, di eucalipto o quello amaro di corbezzolo a seconda del gusto personale Lo stesso anno si decise di passare al regime di agricoltura biologica e innovazioni che avevano lo scopo di migliorare il lavoro, la qualità del miele e il benessere della vita delle api 

6 altri prodotti della stessa categoria:

Site protected by 6Scan